Schiavone domina Marrakech e centra la sua sesta finale in carriera

Alla faccia di chi le da della pensionata! Ecco l’ultimo “ ruggito” della “ leonessa” Francesca Schiavone, che al Wta Grand Prix torneo WTA International che si disputa a Marrakech, (Marocco), su campi in terra battuta, La 32ennne milanese,ha compiuto una splendida cavalcata in tutto il torneo, raggiungendo la sua sesta finale in carriera senza mai perdere un set, battendo la sudafricana Scheepers con il punteggio di 7-6 (4) 6-1. L’ultimo game la dice lunga su quanto Francesca tenesse a questa vittoria che le è servita sopratutto per dimostrare a chi nutrisse ancora qualche dubbio su di lei, che la leonessa non muore mai, anzi forse è tornata più forte di prima. Io una volta in un mio articolo, scritto tempo fa, la annoverai tra i miti ormai sbiaditi, appartenenti ad
un’altra era tennistica. Altro che! Se dovessi riscrivere quell’articolo oggi, cancellerei immediatamente tutto quanto ho scritto perchè oggi la Schiavone, è l’esempio eclatante del fatto che
se si crede e ci si diverte in tutto quello che si fa a qualsiasi età, si può arrivare dovunque. La finale maroccina di domani rappresenterà solo il trampolino di lancio di quella che mi piacerebbe definire la seconda carriera della leonessa.
Dario Ricciardi  L'esultanza di Francesca Schiavone. LaPresse

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *