Azzurrini ad un passo dal sogno

 

mangia
È un sogno che non conosce confini, né limiti, da vivere fino in fondo e non stroncarsi sul nascere. Troppo bella la cavalcata degli azzurrini under 21 di Davis Mangia, che all’europeo in corso a Tel Aviv( Israele,) hanno conquistato la semifinale. Quante partite da conservare nell’almanacco dei ricordi, quanti momenti da ricordare, quante fotografie da scattare per questi ragazzini che stanno diventando giganti.
Da Bardi a Regini, da Regini a Saponara ,Immobile ed Insigne ( gemelli diversi ma uniti dallo stesso sangue, ndr), che gruppo fantastico! Guidato da un condottiero eccellente come Davis Mangia, che forse non avrà tanta esperienza, ma carisma e personalità da vendere. Ha saputo plasmare e modellare la squadra a sua immagine e somiglianza, dandole una propria e precisa identità, dando l’esempio anche alla nazionale di Cesare Prandellli, che ha portato a casa nell’ultima amichevole pre confederation cup, contro Haiti, ( 63esima della classifica fifa, ndr), uno striminzito 2-2 sia nel punteggio, che nel gioco.
Prandelli dovrebbe puntare più su questi giovani, piuttosto che su campioni già affermati e distratti dai rumors di mercato che danneggiano l’ambiente. Per il nostro calcio l’under 21, deve essere un esempio che deve far riflettere. Perché puntare su giocatori stranieri, che hanno un ingaggio elevatissimo? I talenti li abbiamo fatti in casa, non c’è bisogno di andarli a pescare da chissà quale paese o continente. É qui la strada per volare alto.
Dario  Ricciardi

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *